Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Opera d’onore: Arnaldo Pomodoro, L’Inizio del tempo n.2

pomodoro banner

Il fascino di quest’opera, al di là dell’imponente soluzione compositiva e della maestria dell’artista nel coniugare tecnicamente e retoricamente i materiali che la compongono, sta anche in quella che è stata la sua storia e, fino ad oggi, la sua collocazione: lo Schiller-Gymnasium di Colonia, non un museo bensì un istituto di formazione.

Quest’opera ha avviato la sua seconda vita quando Anna Kiehl, nipote dell’architetto Franz Lammersen – al quale Pomodoro la donò – ne è venuta in possesso dopo i decenni nei quali è stata esposta su una parete del liceo di Colonia.

L’opera era segnata non soltanto dal passare del tempo ma da graffiti che i giovani allievi dell’istituto avevano inciso sulla sua superficie. Anna ha chiesto al Maestro e alla Fondazione Pomodoro di curarne il restauro e insieme al filmaker Thomas Ziegler hanno documentato gli spostamenti da Colonia a Milano, fino alla Fondazione Pomodoro, dove è stato eseguito un rigoroso lavoro di restauro curato dallo stesso Pomodoro.

Rimasta per più di cinquant’anni, fino al 2021, negli spazi comuni dell’istituto scolastico di Colonia, priva della visibilità e del riconoscimento che le sarebbero spettati, l’opera ha in un certo senso sofferto di una rimozione dal palcoscenico e dal dibattito artistico.

dal 02/02/2024 al 15/07/2024