Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Mostra / Le sfide del corpo

defis du corps expo

La mostra esamina la straordinaria dimensione del corpo umano proiettata nell’arena sportiva o nell’astrazione della danza. Senza pretendere di essere esaustiva, ripercorre il rapporto tra arte e sport nel corso dei secoli. Tre le opere principali: l’Uomo in movimento di Umberto Boccioni, scultura del 1913 divenuta emblematica non solo del movimento futurista, ma dell’intera scultura del Novecento; il Pugile seduto, bronzo del I secolo a.C., oggi conservato al Museo Nazionale Romano, in una copia realizzata per la mostra Tota Italia a Pechino; e una copia in gesso del Discobolo di Lancellotti, proveniente dalla collezione dell’Università La Sapienza di Roma.

Dal 16 maggio al 6 settembre

50, rue de Varenne 75007 Paris 

lun-ven 10h-13h / 15h-18h

Umberto Boccioni Forme uniche della continuità nello spazio (1913)

Œuvre d’honneur : Arnaldo Pomodoro, L’Inizio del tempo n.2

 

ARTISTI IN MOSTRA

Eleonora Abbagnato

Fratelli  Alinari

Isabella Balena

Gian Paolo Barbieri

Dardano Bernardini

Gianni Bertini

Isidoro  Bianchi

Cornelius Bloemaert

Umberto Boccioni

Pierre Bouillon

Francesco Cairo

Erberto Carboni

Gino Caregaro Negrin

Natino  Chirico

Luciano Condorelli

Carlo De Veroli

Anna Di Prospero

Daniele Fissore

Gallo Gallina

Alessandro Gandolfi

Wilhelm von Gloeden

Ezio Gribaudo

Renato Guttuso

Emilio Isgrò

Mimmo Jodice

Titina Maselli

Girolamo Mercuriale

Francesco Messina

Nino Migliori

Ottavio Missoni

Bruno Munari

Gino Caregaro Negrin

Giulia Neri

Pier Paolo Pasolini

Valeria Petrone

Piero Pompili

Nicola Pucci

Gherard Riebicke

Mimmo Rotella

Elisa Talentino

Orfero Tamburi

Giovanni Testori

Lorenzo Tornabuoni

Luisa Spinatelli, Sartoria Rancato

Thayaht (Ernesto Michailes)

Valerio Trubbiani

Versace