Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Teatro / Vincent van Gogh. La discesa infinita

Van Gogh, il pittore che dipinse circa mille quadri e in vita non ne vendette nemmeno uno, non perse mai la convinzione di avere qualcosa di fondamentale da trasmettere al mondo. Giordano Bruno Guerri, folgorato dalla potenza creativa dell’artista, gli ha dedicato uno studio approfondito, partendo dai documenti originali, dalla corrispondenza col fratello Theo. Arricchita dalla scenografia che si snoda fra le tele del pittore, l’opera teatrale mette in piedi un dibattito drammatico al ritmo di una tragedia greca contemporanea, in cui la convinzione di Vincent che la pittura avrebbe vinto su tutti giustifica ogni sua azione. Paola Veneto trasforma il racconto di Guerri in uno spettacolo dove si può finalmente comprendere se fu follia o lungimirante genialità, se è destino dei grandi artisti essere degli incompresi o se il contesto particolare della vita di van Gogh, fra Olanda, Parigi e Provenza fece da perno alla creatività di uno dei più straordinari pittori di tutti i tempi.

Di Giordano Bruno Guerri
Adattamento teatrale e regia Paola Veneto
Con : Antonio Gargiulo
Riccardo Avati, Vincenzo De Luca, Giacomo Del Colle Lauri Volpi, Marco Paparella, Paola Tarantino
Evento realizzato in collaborazione con la Rappresentanza Permanente d’Italia presso le Organizzazioni Internazionali e Il Cigno Edizioni.