Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Teatro: “Naufraghi senza volto” – Lettura scenica con Renato Sarti e Laura Curino

0205_Naufraghi senza volto_Curino_Sarti_bassa

Si chiama ambiguous loss, perdita ambigua, il sentimento che provano i parenti delle persone scomparse, un lutto che non si riesce ad elaborare perché non c’è la presenza di un corpo a confermarne la morte. Se si aggiungono vuoti normativi e inadempienze delle istituzioni, la possibilità di avere una risposta si fa ancora più remota; al dolore si aggiunge la rabbia e il problema diventa anche sociale.

È questo il contesto in cui opera il LABANOF, Laboratorio di Antropologia e Odontologia Forense dell’Università degli Studi di Milano, diretto da Cristina Cattaneo, antropologa, medico legale e autrice di Naufraghi senza volto. Dare un nome alle vittime del Mediterraneo (Raffello Cortina, 2018), libro vincitore di diversi premi fra i quali il Premio Galileo 2019 e pubblicato in francese lo stesso anno da Albin Michel.

Il saggio, qui in forma di lettura scenica interpretata dagli attori Renato Sarti e Laura Curino, racconta questa autentica crociata attraverso i naufragi dell’ottobre 2013 e del 18 aprile 2015, quando un peschereccio egiziano affondò al largo delle coste libiche con circa 900 persone a bordo. L’équipe del LABANOF effettuò sui 566 corpi recuperati le analisi autoptiche, la catalogazione dei vestiti e degli oggetti ritrovati e mise i risultati al servizio dei familiari dei dispersi, riuscendo così a « restituire una storia, un’identità e perfino la dignità» alle vittime senza nome dei naufragi del Mediterraneo.

RENATO SARTI
Impegno, memoria storica e contemporaneità caratterizzano il lavoro di Renato Sarti, attore, autore e regista formatosi con Strehler e all’Elfo e fondatore del Teatro della Cooperativa, per il quale ha realizzato spettacoli con Bebo Storti e Giulia Lazzarini; per il cinema ha recitato per Bellocchio in Esterno notte e in Rapito.

LAURA CURINO
Autrice e attrice torinese, interprete di primo piano del teatro di narrazione, Laura Curino nel suo repertorio alterna testi di nuova drammaturgia e testi classici. Tra i prestigiosi riconoscimenti: Premio Ubu 1993 (con Teatro Settimo), Premio Anct – Ass. Naz. Critici di Teatro 1998, Premio Hystrio per la drammaturgia 2003.

Serata in lingua italiana – Prenotate i vostri posti qui

 

Naufraghi senza volto
lettura teatrale di Renato Sarti
tratta da Naufraghi senza volto di Cristina Cattaneo (Raffaello Cortina Editore)
con Laura Curino e Renato Sarti
regia Renato Sarti
video e immagini: Mattia Colombo, Jacopo Loiodice, Valentina Cicogna
musiche: Carlo Boccadoro
durata: 60′