Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Il Mito di Edipo. Dialogo tra Eva Cantarella e Massimo Ammaniti

cantarella ammaniti
Due sono le principali tematiche sottese al mito di Edipo re, eroe dell’omonima tragedia di Sofocle, da un lato il pericolo che la conoscenza può comportare per l’individuo, e dall’altro l’intrinseca debolezza dell’uomo che, lungi dall’essere padrone delle proprie azioni è destinato a venir dominato dal destino e dal caso.
Sigmund Freud, padre della psicoanalisi, ha utilizzato il mito di Edipo come metafora rappresentativa di una dinamica psichica fondamentale nel bambino: l’attrazione per il genitore del sesso opposto e la rivalità con il genitore dello stesso sesso. L’incontro vede come protagonisti lo psicanalista Massimo Ammaniti e la storica del diritto antico Eva Cantarella che  offriranno due letture differenti e complementari del dramma di Edipo, incentratp attorno al suo percorso di conoscenza e di scoperta di sé che come ritenevano i Greci si può raggiungere solo attraverso la sofferenza.