Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Fabio De Martino Topranin - Contes sur bois

 

Fabio De Martino Topranin - Contes sur bois

Fabiano De Martin Topranin
Contes sur bois - Exposition de sculptures

 

Mostra dal 4 al 25 settembre 2020
Opening: mercoledì 3 settembre alle 18.30

Le sculture di Fabiano De Martin Topranin sono caratterizzate dalla sintesi tra forza espressiva e una certa essenzialità. I soggetti, solenni e ieratici, mescolano i modelli della tradizione scultorea con temi e atteggiamenti tipici della società contemporanea. L'atto creativo nasce dalla rielaborazione creativa e immaginativa delle percezioni sensoriali del mondo: "è come se, a un certo punto, avessi semplicemente ripreso ciò che mi piaceva fare nella mia infanzia, cioè immaginare mondi e inventare storie. "Ogni ricerca è una storia, una trama, personaggi di una storia indefinita, ogni titolo è un momento, un capitolo: "Il mio lavoro riguarda esploratori e guardiani, siano essi dello spazio, delle città, delle foreste o dell'anima.

Le sculture di Fabiano De Martin Topranin sono molto poco caratterizzate fisicamente - quando non sono lasciate in fase di progetto - e così sintetiche da dover essere intuitive. La debole caratterizzazione fisica delle figure fa sì che i vari ritratti si configurino non come rappresentazioni di persone specifiche, ma di una società e dei suoi modelli.
Attinge su legno le figure dei giovani contemporanei e le loro ansie, molto spesso legate alla vita sociale e alla sfida con la loro stessa fragilità. Sono personaggi che soffrono del male di una società liquida e quindi hanno un carattere in divenire, senza una chiara definizione di sé, che cerca di identificarsi attraverso simboli, mode, aggregazioni con gli altri.

Le 12 sculture di legno esposte ripercorrono il percorso di dieci anni di ricerca: La serie Back to the Forest ritrae giovani che lasciano la città e la società per scoprire una nuova realtà altrove; la ragazza norvegese e Goldene Träume esplorano sogni, incubi e il subconscio; i personaggi della serie Space Days esplorano territori sconosciuti, mentre l'ultima serie Wilder Mann Stories ci immerge nelle leggende alpine di uomini selvaggi, creature libere che si travestono, imitano la natura e difendono il suo ambiente verde.

Biografia

Fabiano De Martin Topranin è nato nel 1984 a Padola, in provincia di Belluno; vive e lavora a Bolzano.
Dopo il diploma in scultura del legno alla scuola professionale di Brunico, ha frequentato la scuola d'arte di Selva, dove ha affinato la tecnica della modellazione plastica: "grazie a eccellenti insegnanti, ho imparato a guardare contemporaneamente dentro e fuori le forme". Ha sempre saputo che l'arte contemporanea non esiste senza la conoscenza dei capolavori del passato: "per cercare di assimilare tutto questo, la forma, le proporzioni, è necessario studiare i maestri del passato, cercare la loro essenza riproducendoli".
I suoi primi tentativi di scultura sono caratterizzati dalla riflessione formale e fanno della sperimentazione il suo metodo di indagine: "la sete di sperimentare è per me una motivazione costante ed è sempre stata con me". Le sue opere sono state esposte in Italia e all'estero in mostre personali e collettive.

Istituto Italiano di Cultura, 50 rue de Varenne, 75007 Parigi
Mostra dal 4 al 25 settembre (dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00). Ingresso libero.

Contatto stampa IIC Giulia Gentile - giulia.gentile@esteri.it ; 0033 1 85 14 62 61

 

 


2953